Mosia Capitolo 1 28

  1. 1
  2. 1
  3. 1
  4. 1
  5. 1
  6. 1
  7. 1

Helaman 5:11 Ed egli ha il potere datogli dal Padre di redimerli dai loro peccati a motivo del pentimento; percio egli ha mandato i suoi angeli a proclamare l'annuncio delle condizioni del pentimento, che porta al potere del Redentore, alla salvezza delle loro anime.

Helaman 5:12 Ed ora, figli miei, ricordate, ricordate che e sulla roccia del nostro Redentore, che e Cristo, il Figlio di Dio, che dovete costruire le vostre fondamenta; affinche, quando il diavolo mandera i suoi venti potenti, si, ei suoi strali nel turbine, si, quando tutta la sua grandine e la sua potente tempesta si abbatteranno su di voi, non abbia su di voi alcun potere di trascinarvi nell'abisso di infelicita e di guai senza fine, a motivo della roccia sulla quale siete edificati, che e un fondamento sicuro, un fondamento sul quale se gli uomini edificano, non possono cadere.

Helaman 5:13 E avvenne che queste furono le parole che Helaman insegno ai suoi figli; si, egli insegno loro molte cose che non sono scritte, ed anche molte cose che sono scritte.

Helaman 5:14 Ed essi si ricordarono le sue parole; e percio partirono, rispettando i comandamenti di Dio, per insegnare la parola di Dio fra tutto il popolo di Nefi, a cominciare dalla citta di Abbondanza;

Helaman 5:15 E di la alla citta di Gid; e dalla citta di Gid alla citta di Mulec.

Helaman 5:16 Si, da una citta all'altra, finche furono andati fra tutto il popolo di Nefi che era nel paese a sud; e di la nel paese di Zarahemla, fra i Lamaniti.

Helaman 5:17 E avvenne che predicarono con grande potere, tanto che confusero molti di quei dissidenti che se n'erano andati dai Nefiti, tanto che vennero avanti e confessarono i loro peccati e furono battezzati al pentimento, e ritornarono immediatamente ai Nefiti per tentare di riparare i torti che avevano fatti loro.

Helaman 5:18 E avvenne che Nefi e Lehi predicarono ai Lamaniti con cosi grande potere ed autorita, poiche erano stati dati loro il potere e l'autorita di poter parlare, ed era stato anche detto loro cio che dovevano dire -

Helaman 5:19 Essi parlarono dunque, con grande sbalordimento dei Lamaniti, fino a convincerli, tanto che ottomila Lamaniti ch'erano nel paese di Zarahemla e nei dintorni furono battezzati al pentimento e si convinsero della malvagita delle tradizioni dei loro padri.

Helaman 5:20 E avvenne che di la Nefi e Lehi proseguirono per andare al paese di Nefi.

Helaman 5:21 E avvenne che furono presi da un esercito di Lamaniti e gettati in prigione; si, proprio in quella stessa prigione in cui Ammon e i suoi fratelli erano stati gettati dai servi di Limhi.

Helaman 5:22 E dopo che erano stati gettati in prigione da molti giorni senza cibo, ecco, vennero nella prigione a prenderli per poterli uccidere.

Helaman 5:23 E avvenne che Nefi e Lehi furono circondati come se attorno vi fosse un fuoco, tanto che non osavano metter le mani su di loro, per timore d'esser bruciati. Nondimeno Nefi e Lehi non venivano bruciati; ed era come se stessero in piedi in mezzo al fuoco e non erano bruciati.

Helaman 5:24 E quando videro ch'erano circondati da una colonna di fuoco, e che essa non li bruciava, il loro cuore riprese coraggio.

Helaman 5:25 Poiche videro che i Lamaniti non osavano metter le mani su di loro, ne osavano venir loro vicino, ma stavano come se fossero ammutoliti per lo sbalordimento.

Helaman 5:26 E avvenne che Nefi e Lehi si fecero avanti e cominciarono a parlar loro dicendo: Non temete, poiche ecco, e Dio che vi ha mostrato questa cosa meravigliosa, con la quale vi si mostra che non potete metter le mani su di noi per ucciderci.

Helaman 5:27 Ed ecco, quando ebbero detto queste parole, la terra tremo fortemente e le mura della prigione tremarono come se stessero per cadere a terra, ma ecco, non crollarono. Ed ecco, quelli ch'erano nella prigione erano Lamaniti e Nefiti che erano dissidenti.

Helaman 5:28 E avvenne che furono coperti da una nube di tenebra, e un terribile e solenne timore scese su di loro.

Helaman 5:29 E avvenne che giunse una voce, come se provenisse da sopra la nube tenebrosa, dicendo: Pentitevi, pentitevi, e non cercate piu di annientare i miei servitori che vi ho mandato per proclamare buone novelle.

Helaman 5:30 E avvenne che quando udirono questa voce, e si avvidero che non era una voce di tuono ne era una voce di grande frastuono, ma ecco, era una voce tranquilla di perfetta dolcezza, come se fosse stato un sussurro, e penetrava proprio in fondo all'anima -

Helaman 5:31 E nonostante la dolcezza della voce, ecco, la terra tremo fortemente e le mura della prigione tremarono di nuovo come se stessero per cadere a terra; ed ecco, la nube tenebrosa che li aveva ricoperti non si disperse -

Helaman 5:32 Ed ecco, la voce giunse di nuovo, dicendo: Pentitevi, si, pentitevi, poiche il regno dei cieli e alla porta; e non cercate piu di annientare i miei servitori. E avvenne che la terra tremo di nuovo, e le mura tremarono.

Helaman 5:33 E ancora venne la voce, per la terza volta, e disse loro parole meravigliose che non possono esser pronunciate dall'uomo; e le mura tremarono di nuovo e la terra tremo come se stesse per fendersi.

Helaman 5:34 E avvenne che i Lamaniti non potevano fuggire, a causa della nube di tenebra che li copriva; si, ed erano pure immobili a causa del timore che era sceso su di loro.

Helaman 5:35 Ora, ve n'era uno fra essi che era nefita di nascita, che era una volta appartenuto alla chiesa di Dio ma se ne era separato.

Helaman 5:36 E avvenne ch'egli si volse, ed ecco, vide attraverso la nube di tenebra i volti di Nefi e di Lehi; ed ecco, brillavano straordinariamente, come il volto degli angeli. E vide che essi alzavano gli occhi al cielo, ed erano nell'atto di parlare o di elevare le loro voci a qualche essere che vedevano.

Helaman 5:37 E avvenne che quest'uomo grido alla moltitudine affinche si voltassero a guardare. Ed ecco, fu loro data la forza di voltarsi a guardare; e videro le facce di Nefi e di Lehi.

Helaman 5:38 E dissero all'uomo: Ecco, che significano tutte queste cose, e chi e colui con cui conversano questi uomini?

Helaman 5:39 Ora, il nome dell'uomo era Amminadab. E Amminadab disse loro: Conversano con gli angeli di Dio.

Helaman 5:40 E avvenne che i Lamaniti gli dissero: Che dobbiamo fare, affinche questa nube di tenebra che ci ricopre sia rimossa?

Helaman 5:41 E Amminadab disse loro: Dovete pentirvi ed invocare la voce finche avrete fede in Cristo, che vi e stato insegnato da Alma, Amulec e Zeezrom; e quando farete cio, la nube di tenebra che vi ricopre sara rimossa.

Helaman 5:42 E avvenne che tutti iniziarono ad invocare la voce di Colui che aveva scosso la terra; si, invocarono finche la nube di tenebra fu dispersa.

Helaman 5:43 E avvenne che quando gettarono lo sguardo attorno e videro che la nube di tenebra che li ricopriva si era dissipata, ecco, videro che erano circondati, si, ogni anima, da una colonna di fuoco.

Helaman 5:44 E Nefi e Lehi erano in mezzo a loro; si, erano circondati; si, erano come se si trovassero in mezzo a un fuoco fiammeggiante, tuttavia non faceva loro del male, ne si appiccava alle pareti della prigione; e furono riempiti di quella gioia che e ineffabile e piena di gloria.

Helaman 5:45 Ed ecco, lo Spirito Santo di Dio scese dal cielo ed entro nel loro cuore, e furono riempiti come di fuoco e poterono proferire parole meravigliose.

Helaman 5:46 E avvenne che un, voce giunse loro, si, una voce piacevole, come fosse un sussurro, dicendo:

Helaman 5:47 Pace, pace a voi, a motivo della vostra fede nel mio Beneamato che era fin dalla fondazione del mondo.

Helaman 5:48 Ed ora, quando udirono cio, alzarono lo sguardo come se fosse per vedere da dove venisse la voce; ed ecco, videro i cieli aperti e degli angeli scesero dal cielo e li ammaestrarono.

Helaman 5:49 E vi furono circa trecento anime che videro e udirono queste cose; e furono esortati ad andare avanti e a non meravigliarsi, ne avrebbero dovuto dubitare.

Helaman 5:50 E avvenne che andarono e ammaestrarono il popolo, proclamando ovunque, in tutte le regioni circostanti, tutte le cose che avevano udite e vedute, tanto che la maggior parte dei Lamaniti ne furono convinti, a motivo della grandezza delle manifestazioni che avevano ricevute.

Helaman 5:51 E tutti coloro che furono convinti deposero le loro armi di guerra, e anche il loro odio e le tradizioni dei loro padri.

Helaman 5:52 E avvenne che resero ai Nefiti le terre di loro proprieta.

Helaman Capitolo 6

I Lamaniti giusti predicano ai Nefiti malvagi - Entrambi i popoli prosperano durante un'era di pace e di abbondanza - Lucifero, l'autore del peccato, aizza il cuore dei malvagi e dei ladroni di Gadianton negli omicidi e nelle malvagita - I ladroni assumono il governo nefita. Circa 29-23 a.C.

Helaman 6: 1 E AVVENNE che quando il sessantaduesimo anno del regno dei giudici fu finito, tutte queste cose erano accadute ei Lamaniti erano divenuti per la maggior parte un popolo giusto, tanto che la loro giustizia sorpassava quella dei Nefiti, a motivo della loro fermezza e della loro costanza nella fede.

Helaman 6: 2 Poiche ecco, vi erano molti tra i Nefiti che erano divenuti duri, impenitenti e estremamente malvagi, tanto che respingevano la parola di Dio e tutte le predicazioni e le profezie che erano venute tra loro.

Helaman 6: 3 Nondimeno il popolo della chiesa aveva gran gioia a motivo della conversione dei Lamaniti, si, a motivo della chiesa di Dio che era stata stabilita fra loro. E fraternizzavano gli uni con gli altri, e si rallegravano gli uni con gli altri ed ebbero grande gioia.

Helaman 6: 4 E avvenne che molti Lamaniti scesero nel paese di Zarahemla e proclamarono al popolo dei Nefiti la maniera della loro conversione, e li esortarono alla fede e alla penitenza.

Helaman 6: 5 Si, e molti predicarono con grandissimo potere e autorita, fino a far scendere molti di loro in profonda umilta, per essere gli umili seguaci di Dio e dell'Agnello.

Helaman 6: 6 E avvenne che molti Lamaniti andarono nel paese a settentrione; e anche Nefi e Lehi andarono nel paese a settentrione, per predicare al popolo. E cosi fini il sessantatreesimo anno.

Helaman 6: 7 Ed ecco, c'era pace in tutto il paese, tanto che i Nefiti andavano in qualsiasi parte del paese volessero, sia fra i Nefiti che fra i Lamaniti.

Helaman 6: 8 E avvenne che anche i Lamaniti andavano ovunque volessero sia fra i Lamaniti che fra i Nefiti; ed ebbero cosi liberi rapporti gli uni con gli altri, per comprare e vendere, e per guadagnare, secondo il loro desiderio.

Helaman 6: 9 E avvenne che diventarono estremamente ricchi, sia i Lamaniti che i Nefiti; ed ebbero grande abbondanza d'oro, d'argento e di ogni sorta di metalli preziosi, sia nel paese meridionale che in quello settentrionale.

Helaman 6:10 Ora, il paese meridionale era chiamato Lehi, e il paese settentrionale era chiamato Mulec, che derivava dal figlio di Sedechia; poiche il Signore aveva portato Mulec nel paese settentrionale e Lehi nel paese meridionale.

Helaman 6:11 Ed ecco, v'era ogni sorta d'oro, d'argento e di metalli preziosi d'ogni specie in ambedue queste terre; e v'erano pure abili operai che lavoravano ogni specie di metalli e li raffinavano; e cosi diventarono ricchi.

Helaman 6:12 E coltivavano cereali in abbondanza, sia al settentrione che al meridione; e fiorirono assai, sia al settentrione che al meridione. E si moltiplicarono e divennero molto forti nel paese. Ed allevarono molte greggi e armenti si, molte bestie da ingrasso.

Helaman 6:13 Ecco, le loro donne filavano e tessevano, e facevano ogni sorta di stoffa, di lini ben tessuti e stoffe d'ogni specie, per rivestire la loro nudita. Cosi passo in pace il sessantaquattresimo anno.

Helaman 6:14 E anche nel sessantacinquesimo anno essi ebbero grande gioia e pace, si, molte predicazioni e molte profezie riguardo a cio che era a venire. E cosi passo il sessantacinquesimo anno.

Helaman 6:15 E avvenne che nel sessantaseiesimo anno del regno dei giudici, ecco, Cezoram fu ucciso da mano ignota mentre sedeva sul seggio del giudizio. E avvenne che nello stesso anno suo figlio, che era stato nominato dal popolo in sua vece, fu pure ucciso. E cosi ebbe fine il sessantaseiesimo anno.

Helaman 6:16 E al principio del sessantasettesimo anno il popolo comincio a farsi di nuovo estremamente malvagio.

Helaman 6:17 Poiche ecco, il Signore li aveva benedetti cosi a lungo con le ricchezze del mondo, che non erano stati aizzati all'ira, alle guerre, ne a spargimenti di sangue; percio cominciarono a metter il loro cuore nelle loro ricchezze; si, cominciarono a cercare di ottener guadagno per potersi elevare gli uni sopra gli altri; percio cominciarono a commettere omicidii in segreto, a rubare e a saccheggiare per poter ottenere guadagno.

Helaman 6:18 Ed ora, ecco, questi omicidi e questi saccheggiatosi erano una banda che era stata formata da Kishcumen e Gadianton. Ed ora era avvenuto che vi erano molti, anche fra i Nefiti, della banda di Gadianton. Ma ecco, erano piu numerosi fra la parte piu malvagia dei Lamaniti. Ed erano chiamati ladroni ed omicidi di Gadianton.

Helaman 6:19 E furono loro a uccidere il giudice supremo Cezoram e suo figlio, mentre erano sul seggio del giudizio; ed ecco, essi non furono scoperti.

Helaman 6:20 Ed ora avvenne che quando i Lamaniti trovarono che vi erano dei ladroni fra loro, furono estremamente addolorati e usarono ogni mezzo in loro potere per sterminarli dalla faccia della terra.

Helaman 6:21 Ma ecco, Satana aizzo il cuore della maggior parte dei Nefiti, tanto che si unirono con quelle bande di ladroni, e stipularono le loro alleanze ei loro giuramenti, che si sarebbero protetti e preservati l'un l'altro in qualsiasi difficile circostanza fossero stati messi, affinche non dovessero soffrire per i loro omicidii, i loro saccheggi ei loro furti.

Helaman 6:22 Ed avvenne che avevano i loro segni, si, i loro segni segreti e le loro parole segrete; e cio per poter distinguere un fratello che era entrato nell'alleanza, affinche qualunque malvagita suo fratello commettesse non fosse danneggiato da un suo fratello, ne da quelli che appartenevano alla sua banda, che avevano fatto questa alleanza.

Helaman 6:23 E cosi potevano ammazzare, saccheggiare, rubare e commettere atti di lussuria e ogni sorta di malvagita, in contrasto con le leggi del loro paese e anche con le leggi di Dio.

Helaman 6:24 E chiunque, di quelli che appartenevano alla loro banda, avesse rivelato al mondo le loro malvagita e le loro abominazioni, sarebbe stato processato non secondo le leggi del loro paese, ma secondo le leggi della loro malvagita, che erano state date da Gadianton e da Kishcumen.

Helaman 6:25 Or ecco, sono quei giuramenti segreti e quelle alleanze che Alma comando a suo figlio di non divulgare al mondo, per timore che fossero un mezzo per portare il popolo alla distruzione.

Helaman 6:26 Or ecco, quei giuramenti segreti e quelle alleanze non pervennero a Gadianton dagli annali che furono consegnati ad Helaman; ma ecco, furono messi in cuore a Gadianton da quello stesso essere che istigo i nostri primi genitori a mangiare il frutto proibito.

Helaman 6:27 Si, quello stesso essere che complotto con Caino che, se avesse ucciso suo fratello Abele, cio non sarebbe stato noto al mondo. E da quel tempo in avanti egli complotto con Caino e con i suoi seguaci.

Helaman 6:28 Ed e pure quello stesso essere che mise in cuore al popolo di costruire una torre abbastanza alta da farli giungere al cielo. E fu quello stesso essere che inganno il popolo che era venuto da quella torre in questa terra; che diffuse le opere tenebrose e le abominazioni su tutta la faccia del paese, finche trascino il popolo ad una completa distruzione e ad un eterno inferno.

Helaman 6:29 Si, e quello stesso essere che mise in cuore a Gadianton di portare ancora avanti le opere tenebrose di omicidii segreti; e le ha portate avanti dall'origine dell'uomo fino a questo tempo.

Helaman 6:30 Ed ecco, e lui ch'e l'autore di tutti i peccati. Ed ecco, egli porta avanti le sue opere di tenebra e di omicidii segreti, e tramanda di generazione in generazione i loro complotti, i giuramenti, le alleanze ei piani di terribile malvagita, nella misura in cui puo far presa sui cuori dei figlioli degli uomini .

Helaman 6:31 Ed ora ecco, aveva ottenuto grande presa sui cuori dei Nefiti, si, tanto che erano divenuti estremamente malvagi; si, la maggior parte di loro aveva lasciato la via della rettitudine e aveva calpestato sotto i piedi i comandamenti di Dio, si era volta alle proprie vie, e si erano costruiti degli idoli col loro oro e il loro argento.

Helaman 6:32 E avvenne che tutte queste iniquita caddero su di loro nello spazio di non molti anni, tanto che la maggior parte di esse erano cadute su di loro nel sessantasettesimo anno del regno dei giudici sul popolo di Nefi.

Helaman 6:33 Ed essi crebbero in iniquita anche nel sessantottesimo anno, con gran dolore e lamenti dei giusti.

Helaman 6:34 E cosi vediamo che i Nefiti cominciavano a degenerare nell'incredulita e a crescere in malvagita ed abominazioni, mentre i Lamaniti cominciavano a crescere grandemente nella conoscenza del loro Dio; si, cominciavano a rispettare i suoi statuti e i suoi comandamenti, e a camminare in verita e integrita dinanzi a lui.

Helaman 6:35 E cosi vediamo che lo Spirito del Signore cominciava a ritirarsi dai Nefiti, a causa della malvagita e della durezza dei loro cuori.

Helaman 6:36 E cosi vediamo che il Signore cominciava a riversare il suo Spirito sui Lamaniti, a motivo della loro docilita e disponibilita a credere nelle sue parole.

Helaman 6:37 E avvenne che i Lamaniti braccarono la banda dei ladroni di Gadianton e predicarono la parola di Dio alla loro parte piu malvagia, tanto che questa banda di ladroni fu completamente distrutta fra i Lamaniti.

Helaman 6:38 E avvenne, d'altro canto, che i Nefiti li consolidarono e li sostennero, a cominciare dalla loro parte piu malvagia, fino a che si furono sparsi in tutto il paese dei Nefiti ed ebbero sedotto la maggioranza dei giusti finche questi si abbassarono a credere nelle loro opere ea dividere i loro bottini ea unirsi a loro nei loro omicidii segreti e nelle loro associazioni.

Helaman 6:39 E cosi ottennero il controllo assoluto del governo, tanto che si misero a calpestare sotto i piedi, a colpire, ad opprimere e a volger le spalle ai poveri, ai miti e agli umili seguaci di Dio.

Helaman 6:40 E cosi vediamo che si trovavano in uno stato terribile e stavano maturando per una distruzione eterna.

Helaman 6:41 E avvenne che cosi fini il sessantottesimo anno del regno dei giudici sul popolo di Nefi.

---

PROFEZIA DI NEFI, FIGLIO DI HELAMAN - Dio minaccia il popolo di Nefi di visitarlo nella sua ira, fino a distruggerli completamente, salvo che si pentano della loro malvagita. Dio colpisce il popolo di Nefi con la pestilenza; essi si pentono e si volgono a lui. Samuele, un Lamanita, profetizza ai Nefiti.

Comprende i capitoli dal 7 al 16 incluso.

Helaman Capitolo 7

Nel settentrione Nefi viene respinto e torna a Zarahemla - Prega sulla torre del suo giardino e poi chiama il popolo a pentirsi o a perire. Circa 23-21 a.C.

Helaman 7: 1 Ecco, ora avvenne nel sessantanovesimo anno del regno dei giudici sul popolo dei Nefiti, che Nefi, figlio di Helaman torno al paese di Zarahemla dal paese a settentrione.

Helaman 7: 2 Poiche era stato fra il popolo che era nel paese a settentrione, aveva predicato loro la parola di Dio ed aveva profetizzato loro molte cose;

Helaman 7: 3 Ed essi avevano respinto tutte le sue parole, tanto che non era potuto rimanere fra loro, ma era ritornato al suo paese di nascita.

Helaman 7: 4 E vedendo il popolo in uno stato di cosi terribile malvagita, e quei ladroni di Gadianton che occupavano i seggi del giudizio, avendo usurpato il potere e l'autorita del paese, non curandosi dei comandamenti di Dio e non agendo correttamente nella piu piccola cosa dinanzi a lui, e non facendo giustizia ai figlioli degli uomini;

Helaman 7: 5 Condannando i giusti a motivo della loro rettitudine; lasciando andare impuniti i colpevoli e i malvagi a causa del loro denaro; e per di piu per essere mantenuti in carica a capo del governo, per dominare e agire secondo la loro volonta, per poter ottenere guadagno e la gloria del mondo, e per di piu per poter piu facilmente commettere adulterio, e rubare, e uccidere e fare secondo la loro propria volonta -

Helaman 7: 6 Ora, questa grande iniquita era venuta sui Nefiti nello spazio di non molti anni; e quando Nefi vide cio, il suo cuore gli si gonfio di dolore nel petto; e nell'agonia della sua anima esclamo:

Helaman 7: 7 Oh, se avessi potuto vivere i miei giorni nei giorni in cui mio padre Nefi usci dalla terra di Gerusalemme, avrei potuto gioire con lui nella terra promessa; allora il suo popolo era facile da trattare, fermo nel rispettare i comandamenti di Dio, lento ad essere condotto a commettere l'iniquita; ed era pronto a dare ascolto alle parole del Signore -

Helaman 7: 8 Si, se avessi potuto vivere i miei giorni in quei giorni, allora la mia anima avrebbe avuto gioia nella rettitudine dei miei fratelli.

Helaman 7: 9 Ma ecco, e decretato che questi siano i miei giorni, e che la mia anima sia piena di tristezza a causa di questo: la malvagita dei miei fratelli.

Helaman 7:10 Ed ora, ecco, quanto segue avvenne su una torre che stava nel giardino di Nefi, che era presso la strada maestra che conduceva al mercato principale, torre che era nella citta di Zarahemla; Nefi dunque si era inginocchiamo in cima alla torre ch'era nel suo giardino, la quale torre era pure vicino alla porta del giardino dal quale si accedeva alla strada maestra.

Helaman 7:11 E avvenne che certi uomini che stavano passando di la e videro Nefi mentre riversava la sua anima a Dio sulla torre; e corsero a dire al popolo quel che avevano visto, e il popolo si raccolse in folla per poter conoscere la causa di un cosi grande cordoglio per la malvagita del popolo.

Helaman 7:12 Ed ora, quando Nefi si alzo, vide la moltitudine di persone che si era radunata.

Helaman 7:13 E avvenne che apri la bocca e disse loro: Ecco, perche vi siete radunati? Affinche possa parlarvi delle vostre iniquita?

Helaman 7:14 Si, perche son salito sulla mia torre per poter riversare la mia anima al mio Dio, a causa dell'estremo dolore del mio cuore, che e causato dalle vostre iniquita!

Helaman 7:15 E a causa del mio cordoglio e dei miei lamenti, vi siete radunati, e vi meravigliate; si, e avete gran bisogno di meravigliarvi; si, dovreste meravigliarvi perche avete ceduto, cosicche il diavolo ha cosi grande presa sui vostri cuori.

Helaman 7:16 Si, come avete potuto cedere alle seduzioni di colui che sta cercando di gettare la vostra anima nell'eterna infelicita e nella sventura senza fine?

Helaman 7:17 Oh, pentitevi, si, pentitevi! Perche volete morire? Si, volgetevi, volgetevi al Signore vostro Dio. Perche egli vi ha abbandonato?

Helaman 7:18 E 'perche avete indurito il vostro cuore; si, non volete dare ascolto alla voce del buon Pastore; si, lo avete provocato all'ira contro, di voi.

Helaman 7:19 Ed ecco, invece di raccogliervi, a meno che non vogliate pentirvi, ecco, egli vi disperdera, cosicche diverrete pasto per i cani e le bestie feroci.

Helaman 7:20 Oh, come avete potuto dimenticare il vostro Dio proprio nel giorno in cui egli vi ha liberati?

Helaman 7:21 Ma ecco, e per ottener guadagno, per essere lodati dagli uomini e si, per poter avere oro ed argento. E avete riposto il vostro cuore nelle ricchezze e nelle cose vane di questo mondo, per le quali ammazzate, e saccheggiate, e rubate e portate falsa testimonianza contro il vostro prossimo e commettete ogni sorta di iniquita.

Helaman 7:22 E per questo motivo la sventura verra su di voi, a meno che vi pentiate. Poiche, se non vi pentirete, ecco, questa grande citta, e anche tutte le grandi citta che sono qui attorno che sono nel paese che e in nostro possesso, saranno prese cosicche non avrete piu posto in esse; poiche ecco, il Signore non vi accordera la forza di resistere contro i vostri nemici, come ha fatto finora.

Helaman 7:23 Poiche ecco, cosi dice il Signore: Io non mostrero al malvagio la mia forza, all'uno piu che all'altro, salvo che a coloro che si pentono dei loro peccati e danno ascolto alle mie parole. Or dunque, fratelli miei, vorrei che vi rendeste conto che sara meglio per i Lamaniti che per voi, a meno che vi pentiate.

Helaman 7:24 Poiche ecco, essi sono piu giusti di voi, poiche essi non hanno peccato contro quella grande conoscenza che voi avete ricevuto; percio il Signore sara misericordioso con loro; si, egli prolunghera i loro giorni e moltiplichera la loro progenie, anche quando voi sarete completamente distrutti, a meno che vi pentiate.

Helaman 7:25 Si, guai a voi per questa grande abominazione che e giunta in mezzo a voi; e vi siete uniti ad essa, si, a quella banda segreta che fu fondata da Gadianton!

Helaman 7:26 Si, dei guai verranno su di voi a causa di quell'orgoglio che avete lasciato entrare nel vostro cuore, che vi ha insuperbito oltre cio che e buono, a causa delle vostre immense ricchezze!

Helaman 7:27 Si, guai a voi, a causa della vostra malvagita e delle vostre abominazioni!

Helaman 7:28 E a meno che vi pentiate, perirete; si, anche le vostre terre vi saranno tolte e voi sarete sterminati dalla terra!

Helaman 7:29 Or ecco, io non dico da me che tali cose avverranno, perche non e da me che so queste cose; ma ecco, io so che queste cose sono vere perche il Signore Iddio me le ha fatte conoscere, percio attesto che avverranno.




Mosia Capitolo 1 17 | Mosia Capitolo 1 18 | Mosia Capitolo 1 19 | Mosia Capitolo 1 20 | Mosia Capitolo 1 21 | Mosia Capitolo 1 22 | Mosia Capitolo 1 23 | Mosia Capitolo 1 24 | Mosia Capitolo 1 25 | Mosia Capitolo 1 26 |

© um.co.ua -