Mosia Capitolo 1 8

  1. 1
  2. 1
  3. 1
  4. 1
  5. 1
  6. 1
  7. 1

Mosia 29:43 Ed ora avvenne che Alma cammino nelle vie del Signore, e obbedi ai suoi comandamenti, ed emise giudizi giusti; e vi fu pace continua in tutto il paese.

Mosia 29:44 E cosi comincio il regno dei giudici in tutto il paese di Zarahemla, fra tutti i popoli che erano chiamati Nefiti; ed Alma era il primo giudice e il giudice supremo.

Mosia 29:45 Ed ora avvenne che suo padre mori, all'eta di ottantadue anni, avendo vissuto per adempiere ai comandamenti di Dio.

Mosia 29:46 E avvenne che anche Mosia mori nel trentatreesimo anno del suo regno, all'eta di sessantatre anni; facendo in totale cinquecentonove anni dal tempo in cui Lehi aveva lasciato Gerusalemme.

Mosia 29:47 E cosi fini il regno dei re sul popolo di Nefi; e cosi finirono i giorni di Alma, che fu il fondatore della loro chiesa.

IL LIBRO DI ALMA

Il figlio di Alma

II racconto di Alma, che era il figlio di Alma, primo giudice supremo del popolo di Nefi e anche sommo sacerdote della chiesa. Un racconto del regno dei giudici, delle guerre e delle contese fra il popolo. E anche il racconto di una guerra fra i Nefiti e i Lamaniti, secondo la storia di Alma, primo giudice supremo.

Alma Capitolo 1

Nehor insegna false dottrine, fonda una chiesa, introduce gli intrighi clericali e uccide Gedeone - E 'giustiziato per i suoi crimini - Gli intrighi clericali e le persecuzioni si propagano tra il popolo - I sacerdoti si mantengono da soli, il popolo provvede ai poveri e la chiesa prospera. Circa 91 - 88 a.C.

Alma 1: 1 ORA avvenne che nel primo anno del regno dei giudici sul popolo di Nefi, da questo tempo in poi, re Mosia essendo andato per la via di ogni mortale, avendo combattuto un buon combattimento, avendo camminato rettamente dinanzi a Dio, non avendo lasciato nessuno a regnare in vece sua, nondimeno egli aveva stabilito delle leggi ed esse erano riconosciute dal popolo; essi erano dunque obbligati ad attenersi alle leggi che egli aveva fatto.

Alma 1: 2 E avvenne che nel primo anno del regno di Alma sul seggio del giudizio, fu condotto un uomo davanti a lui per essere giudicato; un uomo che era grosso ed era noto per la sua grande forza.

Alma 1: 3 Ed era andato in giro fra il popolo predicando loro cio che egli chiamava la parola di Dio, scagliandosi contro la chiesa, proclamando al popolo che ogni sacerdote e insegnante doveva godere del favore del popolo e che non dovevano lavorare con le loro mani, ma che dovevano essere mantenuti dal popolo.

Alma 1: 4 E attestava anche al popolo che tutta l'umanita sarebbe stata salvata all'ultimo giorno, e che non dovevano temere ne tremare, ma che potevano alzare il capo e gioire; poiche il Signore aveva creato tutti gli uomini e aveva pure redento tutti gli uomini: e alla fine tutti gli uomini avrebbero avuto la vita eterna.

Alma 1: 5 E avvenne che insegno queste cose tanto che molti credettero alle sue parole, si, tanto che cominciarono a mantenerlo e a dargli del danaro.

Alma 1: 6 E comincio a elevarsi nell'orgoglio del suo cuore, e a indossare abiti molto costosi, si, e comincio anche a istituire una chiesa secondo il suo predicare.

Alma 1: 7 E avvenne che mentre andava a predicare a coloro che credevano nella sua parola, incontro un uomo che apparteneva alla chiesa di Dio, si, anzi, uno dei loro insegnanti; e comincio a contendere con lui con scaltrezza, per poter sviare il popolo della chiesa; ma questi gli resistette, ammonendolo con le parole di Dio.

Alma 1: 8 Ora, il nome di quest'uomo era Gedeone; ed era colui che era stato lo strumento nelle mani di Dio per liberare il popolo di Limhi dalla schiavitu.

Alma 1: 9 Ora, poiche Gedeone gli resisteva con le parole di Dio, egli si adiro contro Gedeone, estrasse la spada e comincio a colpirlo. Ora, essendo Gedeone in eta molto avanzata, non fu percio in grado di resistere ai suoi colpi, e fu percio ucciso con la spada.

Alma 1:10 E l'uomo che lo uccise fu preso dal popolo della chiesa e fu portato dinanzi ad Alma, perche fosse giudicato secondo i crimini che aveva commesso.

Alma 1:11 E avvenne che egli stette dinanzi ad Alma e si difese con molta baldanza.

Alma 1:12 Ma Alma gli disse: Ecco, questa e la prima volta che gli intrighi clericali sono stati introdotti fra questo popolo. Ed ecco, tu non soltanto sei colpevole di intrighi clericali, ma hai cercato di imporli con la spada; e se gli intrighi clericali fossero imposti a questo popolo causerebbero la sua completa distruzione.

Alma 1:13 E tu hai versato il sangue di un uomo giusto, si, un uomo che ha fatto un gran bene fra questo popolo; e se ti risparmiassimo, il suo sangue ricadrebbe su di noi chiedendo vendetta.

Alma 1:14 Percio sei condannato a morire, secondo la legge che ci e stata data da Mosia, nostro ultimo re; ed essa e stata riconosciuta da questo popolo; percio questo popolo deve attenersi alla legge.

Alma 1:15 E avvenne che lo presero; e il suo nome era Nehor; e lo portarono sulla cima della collina di Manti, e la fu costretto, o piuttosto riconobbe, fra i cieli e la terra, che cio che aveva insegnato al popolo era contrario alla parola di Dio; e la egli subi una morte ignominiosa.

Alma 1:16 Nondimeno questo non mise fine al diffondersi degli intrighi clericali nel paese; poiche vi erano molti che amavano le cose vane del mondo e andavano predicando false dottrine; e facevano cio per amore delle ricchezze e degli onori.

Alma 1:17 Nondimeno non osavano mentire quando cio era risaputo, per timore della legge, poiche i bugiardi erano puniti; asserivano dunque di predicare secondo il loro credo; ed ora, la legge non aveva potere su nessuno per il suo credo.

Alma 1:18 E non osavano rubare, per timore della legge, poiche costoro venivano puniti; ne osavano rapinare, ne ammazzare, poiche colui che ammazzava era punito con la morte.

Alma 1:19 Ma avvenne che chiunque non apparteneva alla Chiesa di Dio comincio a perseguitare coloro che appartenevano alla Chiesa di Dio e avevano preso su di se il nome di Cristo.

Alma 1:20 Si, li perseguitavano e li affliggevano con ogni sorta di parole, e cio a causa della loro umilta; perche non erano orgogliosi ai loro propri occhi e perche impartivano la parola di Dio, gli uni agli altri, senza denaro e senza ricompensa.

Alma 1:21 Ora, c'era una legge severa fra il popolo della chiesa, che nessun uomo appartenente alla chiesa si levasse a perseguitare coloro che non appartenevano alla chiesa, e che non ci fossero persecuzioni fra di loro.

Alma 1:22 Nondimeno ve ne furono molti fra loro che cominciarono ad essere orgogliosi e cominciarono a contendere violentemente con i loro avversari, fino a venire alle mani; si, si sarebbero colpiti gli uni gli altri con i pugni.

Alma 1:23 Ora, questo accadeva nel secondo anno del regno di Alma, ed era causa di grandi afflizioni per la chiesa; si, era causa di grandi prove per la chiesa.

Alma 1:24 Poiche il cuore di molti si era indurito, e i loro nomi furono cancellati, cosicche non furono piu ricordati tra il popolo di Dio. E molti anche si allontanarono da loro.

Alma 1:25 Ora, cio fu una grande prova per coloro che erano saldi nella fede; nondimeno essi erano costanti e irremovibili nell'obbedire ai comandamenti di Dio e sopportavano con pazienza le persecuzioni che si accumulavano su di loro.

Alma 1:26 E quando i sacerdoti lasciavano il loro lavoro per impartire la parola di Dio al popolo, anche il popolo lasciava il suo lavoro per udire la parola di Dio. E quando il sacerdote aveva impartito loro la parola di Dio, tutti ritornavano di nuovo con diligenza ai loro lavori; e il sacerdote non si considerava superiore ai suoi uditori, poiche chi predicava non era migliore di chi ascoltava, ne l'insegnante era migliore di chi imparava; e cosi erano tutti eguali, e tutti lavoravano, ciascuno secondo la sua forza.

Alma 1:27 Ed essi impartivano delle loro sostanze, ognuno secondo quanto possedeva, ai poveri, ai bisognosi, ai malati ed agli afflitti; e non indossavano abiti costosi, tuttavia erano ordinati e decorosi.

Alma 1:28 E cosi resero stabili gli affari della chiesa; e cosi cominciarono ad avere di nuovo una pace continua, nonostante tutte le loro persecuzioni.

Alma 1:29 Ed ora, a motivo della stabilita della chiesa, essi cominciarono a diventare assai ricchi, possedendo in abbondanza tutte le cose di cui avevano bisogno - un'abbondanza di greggi e di armenti, di bestie da ingrasso d'ogni specie , ed anche un'abbondanza di grano, d'oro, d'argento e di cose preziose, e un'abbondanza di seta, di stoffe ben tessute e di ogni sorta di tessuti buoni e semplici.

Alma 1:30 E cosi, nelle loro prospere condizioni, non mandavano via alcuno che fosse ignudo o che fosse affamato, o che fosse assetato o che fosse ammalato o che non fosse stato nutrito; e non mettevano il loro cuore nelle ricchezze; erano dunque liberali verso tutti, sia vecchi che giovani, sia schiavi che liberi, sia maschi che femmine, sia fuori della chiesa che dentro la chiesa, senza fare distinzione di persone tra coloro che si trovavano nel bisogno.

Alma 1:31 E cosi prosperarono e diventarono ben piu ricchi di coloro che non appartenevano alla loro chiesa.

Alma 1:32 Poiche coloro che non appartenevano alla loro chiesa indulgevano nelle stregonerie, e nell'idolatria ossia nell'indolenza, nei pettegolezzi, nell'invidia e nei litigi, indossando abiti costosi, elevandosi nell'orgoglio dei loro occhi, perseguitando, mentendo , rubando, rapinando, commettendo prostituzioni e omicidi e ogni sorta di malvagita; nondimeno la legge era messa in atto su tutti coloro che la trasgredivano, per quanto era possibile.

Alma 1:33 E avvenne che, applicando cosi la legge su di loro, cosicche ognuno veniva punito secondo cio che aveva fatto, divennero piu tranquilli e non osavano commettere alcuna malvagita apertamente; percio ci fu grande pace tra il popolo di Nefi fino al quinto anno del regno dei giudici.

Alma Capitolo 2

Amlici Aspira ad essere re ed e respinto dalla voce del popolo - I suoi seguaci lo fanno re - Gli Amliciti fanno guerra ai Nefiti e sono sconfitti - I Lamaniti e gli Amliciti uniscono le loro forze e sono sconfitti - Alma uccide Amlici . Circa 87 a.C.

Alma 2: 1 E AVVENNE che all'inizio del quinto anno del loro regno comincio a esserci una contesa fra il popolo; poiche un certo uomo, chiamato Amlici, essendo un uomo assai astuto, si, un uomo saggio quanto alla saggezza del mondo, che apparteneva all'ordine dell'uomo che aveva ucciso Gedeone con la spada e che era stato giustiziato secondo la legge -

Alma 2: 2 Ora, questo Amlici aveva, con le sue astuzie, attirato dietro di se molta gente, si, tanta che cominciarono ad essere molto potenti; e cominciarono a tentare di stabilire Amlici come re sul popolo.

Alma 2: 3 Ora, cio era allarmante per il popolo della chiesa, ed anche per coloro che non erano stati attirati dalle persuasioni di Amlici; poiche sapevano che secondo la legge tali cose dovevano essere stabilite mediante la voce del popolo.

Alma 2: 4 Percio se Amlici fosse riuscito a guadagnarsi il favore del popolo, egli, essendo un uomo malvagio, li avrebbe privati ??dei diritti e dei privilegi della chiesa; poiche era suo intento distruggere la chiesa di Dio.

Alma 2: 5 E avvenne che il popolo si riuni assieme in tutto il paese, ognuno secondo la sua scelta, che fosse per o contro Amlici, in gruppi separati, con molte dispute e incredibili contese gli uni con gli altri.

Alma 2: 6 E cosi si riunirono assieme per far sentire la loro voce in merito alla questione; ed essa fu portata davanti al giudice.

Alma 2: 7 E avvenne che la voce del popolo fu contro Amlici, cosicche non fu fatto re sul popolo.

Alma 2: 8 Ora cio fu causa di grande gioia nel cuore di coloro che erano contro di lui; ma Amlici aizzo all'ira coloro che erano in suo favore contro coloro che non erano in suo favore.

Alma 2: 9 E avvenne che si radunarono e consacrarono Amlici affinche fosse loro re.

Alma 2:10 Ora, quando Amlici fu fatto re su di loro comando che prendessero le armi contro i loro fratelli; e fece questo per poterseli assoggettare.

Alma 2:11 Ora, il popolo di Amlici si distingueva con il nome di Amlici, ed erano chiamati Amliciti; e il rimanente erano chiamati Nefiti, o il popolo di Dio.

Alma 2:12 Percio il popolo dei Nefiti era consapevole dell'intento degli Amliciti, e percio si preparo ad affrontarli; si, si armarono con spade e con scimitarre, con archi e con frecce, con pietre e con fionde, e con ogni sorta di armi da guerra di ogni specie.

Alma 2:13 E cosi furono pronti ad affrontare gli Amliciti al momento del loro arrivo. E furono nominati dei capitani, dei capitani superiori e dei capitani supremi, secondo il loro numero.

Alma 2:14 E avvenne che Amlici armo i suoi uomini con ogni sorta di armi da guerra di ogni specie; e anche lui nomino dei governatori e dei capi sul suo popolo, per condurli a far guerra contro i loro fratelli.

Alma 2:15 E avvenne che gli Amliciti vennero sulla collina d'Amnihu, che era ad oriente del fiume Sidon, che correva presso il paese di Zarahemla, e la cominciarono a fare guerra con i Nefiti.

Alma 2:16 Ora Alma, essendo il giudice supremo e il governatore del popolo di Nefi, sali dunque con il suo popolo, si, con i suoi capitani e i capitani supremi, si, alla testa dei suoi eserciti, a combattere contro gli Amliciti.

Alma 2:17 E cominciarono a uccidere gli Amliciti sulla collina a oriente di Sidon. E gli Amliciti lottarono contro i Nefiti con grande forza, tanto che molti Nefiti caddero dinanzi agli Amliciti.

Alma 2:18 Nondimeno il Signore fortifico le mani dei Nefiti, cosicche uccisero gli Amliciti con grande strage, cosicche cominciarono a fuggire dinanzi a loro.

Alma 2:19 E avvenne che i Nefiti inseguirono gli Amliciti per tutta la giornata, e li uccisero con grande strage, tanto che degli Amliciti furono uccise dodicimila cinquecento trentadue anime; e dei Nefiti furono uccise seimila cinquecento sessantadue anime.

Alma 2:20 E avvenne che quando Alma non pote piu inseguire gli Amliciti, fece si che il suo popolo piantasse le tende nella valle di Gedeone, valle chiamata con il nome di quel Gedeone che era stato ucciso con la spada per mano di Nehor; e in questa valle i Nefiti piantarono le tende per la notte.

Alma 2:21 Ed Alma mando delle spie per seguire il residuo degli Amliciti, per poter conoscere i loro piani e i loro complotti, per poter in tal modo proteggersene e preservare il suo popolo dall'essere distrutto.

Alma 2:22 Ora quelli che aveva mandato a spiare il campo degli Amliciti si chiamavano Zeram, Amnor, Manti e Limher; questi erano quelli che andarono con i loro uomini a spiare il campo degli Amliciti.

Alma 2:23 E avvenne che l'indomani essi ritornarono in gran fretta al campo dei Nefiti, presi da grande stupore e colpiti da grande timore, dicendo:

Alma 2:24 Ecco, abbiamo seguito la schiera degli Amliciti, e con nostro grande stupore, nel paese di Minon, al di sopra del paese di Zarahemla, nella direzione del paese di Nefi, abbiamo visto un numeroso esercito di Lamaniti; ed ecco, gli Amliciti si sono uniti a loro;

Alma 2:25 E stanno assalendo i nostri fratelli in quel paese; ed essi stanno fuggendo dinanzi a loro con i loro greggi, le loro mogli e i loro figli verso la nostra citta; e se non ci affrettiamo, essi prenderanno possesso della nostra citta; e i nostri padri e le nostre mogli e i nostri figli saranno uccisi.

Alma 2:26 E avvenne che il popolo di Nefi prese le sue tende e parti dalla valle di Gedeone verso la loro citta, che era la citta di Zarahemla.

Alma 2:27 Ed ecco, mentre stavano attraversando il fiume Sidon, i Lamaniti e gli Amliciti, che erano, per cosi dire, numerosi quasi quanto la sabbia del mare, li assalirono per distruggerli.

Alma 2:28 Nondimeno i Nefiti erano fortificati dalla mano del Signore, avendolo pregato possentemente perche li liberasse dalle mani dei loro nemici; il Signore dunque udi le loro invocazioni e li fortifico, e i Lamaniti e gli Amliciti caddero dinanzi a loro.

Alma 2:29 E avvenne che Alma lotto contro Amlici con la spada, faccia a faccia; e si batterono possentemente l'uno contro l'altro.

Alma 2:30 E avvenne che Alma, che era uomo di Dio, essendo motivato da una grande fede, grido, dicendo: O Signore, abbi pieta e risparmia la mia vita, affinche io possa essere uno strumento nelle tue mani per salvare e preservare questo popolo.

Alma 2:31 Ora, quando Alma ebbe detto queste parole si batte di nuovo contro Amlici; e fu fortificato, tanto che uccise Amlici con la spada.

Alma 2:32 E si batte pure col re dei Lamaniti; ma il re dei Lamaniti si ritiro davanti ad Alma e mando le sue guardie a battersi con Alma.

Alma 2:33 Ma Alma, con le sue guardie, si batte con le guardie del re dei Lamaniti, finche le uccise e le ricaccio indietro.

Alma 2:34 E cosi libero il terreno, o piuttosto la sponda che era a occidente del fiume Sidon, gettando i corpi dei Lamaniti che erano stati uccisi nelle acque del Sidon, affinche il suo popolo potesse in tal modo avere spazio per attraversare e per battersi con i Lamaniti e gli Amliciti sulla sponda occidentale del fiume Sidon.

Alma 2:35 E avvenne che quando ebbero tutti attraversato il fiume Sidon i Lamaniti e gli Amliciti cominciarono a fuggire dinanzi a loro, nonostante fossero tanto numerosi da non poter essere contati.

Alma 2:36 E fuggirono dinanzi ai Nefiti verso il deserto che era a occidente e a settentrione, lontano, oltre i confini del paese; e i Nefiti li inseguirono con tutte le loro forze e li uccisero.

Alma 2:37 Si, furono presi da ogni lato, e uccisi e scacciati, finche furono dispersi a occidente e a settentrione, finche ebbero raggiunto il deserto, che era chiamato Hermounts ed era quella parte del deserto che era infestata da bestie selvagge e voraci.

Alma 2:38 E avvenne che molti morirono nel deserto a causa delle loro ferite, e furono divorati da quelle bestie e anche dagli avvoltoi dell'aria; e le loro ossa sono state trovate e sono state ammucchiate sulla terra.

Alma Capitolo 3

Gli Amliciti si erano messo un marchio secondo la parola profetica - I Lamaniti erano stati maledetti per la loro ribellione - Gli uomini richiamano su di se le loro maledizioni - I Nefiti sconfiggono un altro esercito lamanita. Circa 87 - 86 a.C.

Alma 3: 1 E AVVENNE che i Nefiti che non erano stati uccisi dalle armi da guerra, dopo aver seppellito coloro che erano stati uccisi - ora il numero degli uccisi non era stato contato, a causa della grandezza del loro numero - quando ebbero finito di seppellire i loro morti, ritornarono tutti alla loro terra, alle loro case, alle loro mogli e ai loro figli.

Alma 3: 2 Ora, molte donne e molti bambini erano stati uccisi con la spada, e anche molti dei loro greggi e dei loro armenti; e anche molti dei loro campi di grano erano stati distrutti, poiche erano stati calpestati da eserciti di uomini.

Alma 3: 3 Ed ora tutti i Lamaniti e gli Amliciti che erano stati uccisi sulla sponda del fiume Sidon furono gettati nelle acque del Sidon; ed ecco, le loro ossa sono ora nelle profondita del mare, e sono molte.

Alma 3: 4 E gli Amliciti si distinguevano dai Nefiti poiche si erano messi un marchio rosso sulla fronte, alla maniera dei Lamaniti; nondimeno non si erano rasati la testa come i Lamaniti.

Alma 3: 5 Ora la testa dei Lamaniti era rasata; ed erano nudi, salvo per una pelle che cingeva i loro lombi, e l'armatura, di cui pure si cingevano, e i loro archi, le loro frecce, le loro pietre, le loro fionde e cosi via.

Alma 3: 6 E la pelle dei Lamaniti era scura, secondo il marchio che era stato posto sui loro padri, che era una maledizione su di loro a causa della loro trasgressione e della loro ribellione contro i loro fratelli, che erano Nefi, Giacobbe, Giuseppe e Sam, che erano uomini giusti e santi.

Alma 3: 7 E i loro fratelli cercarono di annientarli, percio furono maledetti; e il Signore Iddio pose un marchio su di loro, si, su Laman e Lemuele, e anche sui figli di Ismaele e sulle donne ismaelite.

Alma 3: 8 E cio fu fatto perche la loro posterita potesse essere distinta dalla posterita dei loro fratelli, affinche in tal modo il Signore Iddio potesse preservare il suo popolo, affinche non si mescolassero e non credessero in tradizioni errate che avrebbero causato la loro distruzione

Alma 3: 9 E avvenne che chiunque mescolava la sua posterita con quella dei Lamaniti richiamava la stessa maledizione sulla sua posterita.

Alma 3:10 Percio chiunque si lasciava condurre via dai Lamaniti era chiamato con il loro nome, e un marchio veniva posto su di lui.

Alma 3:11 E avvenne che tutti quelli che non volevano credere nelle tradizioni dei Lamaniti, ma credevano in quegli annali che erano stati portati via dal paese di Gerusalemme e anche nelle tradizioni dei loro padri, che erano giuste, e che credevano nei comandamenti di Dio e obbedivano ad essi, furono chiamati Nefiti o popolo di Nefi, da allora in poi -

Alma 3:12 E sono essi che hanno conservato gli annali, che sono veri, del loro popolo, e anche del popolo dei Lamaniti.

Alma 3:13 Ora torneremo di nuovo agli Amliciti, poiche anch'essi avevano un marchio su di loro; si, posero il marchio su se stessi, si, proprio un marchio rosso sulla fronte.

Alma 3:14 Cosi la parola di Dio si e adempiuta, poiche queste sono le parole che egli disse a Nefi: Ecco, ho maledetto i Lamaniti, e mettero un marchio su di loro affinche essi e la loro posterita possano essere separati da te e dalla tua posterita, da ora in avanti e per sempre, a meno che si pentano della loro malvagita e si rivolgano a me, cosicche possa avere misericordia di loro.

Alma 3:15 E ancora, io porro un marchio su colui che mescola la sua posterita con i tuoi fratelli, affinche sia ??anch'essa maledetta.

Alma 3:16 E ancora, io porro un marchio su colui che combatte contro di te e la tua posterita.

Alma 3:17 E ancora, io dico che colui che si allontana da te non sara piu chiamato tua posterita; e benediro te, e chiunque sara chiamato tua posterita, da ora in avanti e per sempre; e queste furono le promesse del Signore a Nefi e alla sua posterita.

Alma 3:18 Ora, gli Amliciti non sapevano che stavano adempiendo le parole di Dio quando cominciarono a porsi un marchio in fronte; nondimeno erano usciti in aperta ribellione contro Dio; era dunque opportuno che la maledizione ricadesse su di loro.

Alma 3:19 Ora vorrei che vi rendeste conto che avevano attirato su loro stessi la maledizione; ed e cosi che ogni uomo che e maledetto attira su di se la propria condanna.

Alma 3:20 Ora avvenne che, non molti giorni dopo la battaglia che era stata combattuta nel paese di Zarahemla dai Lamaniti e dagli Amliciti, vi fu un altro esercito di Lamaniti che assali il popolo di Nefi, nello stesso luogo in cui il primo esercito aveva incontrato gli Amliciti.

Alma 3:21 E avvenne che fu inviato un esercito per scacciarli dal paese.

Alma 3:22 Ora Alma, essendo lui stesso afflitto da una ferita, in questa occasione non sali a combattere contro i Lamaniti.

Alma 3:23 Pero mando un esercito numeroso contro di loro; ed essi salirono e uccisero molti Lamaniti e ne scacciarono il rimanente fuori dai confini del loro paese.

Alma 3:24 E poi tornarono di nuovo e cominciarono a ristabilire la pace nel paese, non essendo piu disturbati dai loro nemici per qualche tempo.

Alma 3:25 Ora, tutte queste cose furono fatte, si, tutte queste guerre e queste contese furono iniziate e terminate nel quinto anno del regno dei giudici.

Alma 3:26 E in un anno migliaia e decine di migliaia di anime furono mandate nel mondo eterno perche potessero raccogliere la loro ricompensa secondo le loro opere, che fossero esse buone o che fossero cattive, per raccogliere felicita eterna o infelicita eterna, secondo lo spirito a cui preferirono obbedire, fosse esso uno spirito buono o uno cattivo.

Alma 3:27 Poiche ogni uomo riceve il salario da colui al quale preferisce obbedire, e cio secondo le parole dello spirito di profezia; lasciate dunque che sia cosi secondo la verita. E cosi fini il quinto anno del regno dei giudici.

Alma Capitolo 4

Alma battezza migliaia di convertiti - L'iniquita entra nella chiesa e il progresso della chiesa e ostacolato - Nefiha e nominato giudice supremo - Alma, come sommo sacerdote, si dedica al ministero. Circa 86 - 83 a.C.

Alma 4: 1 ORA avvenne che nel sesto anno del regno dei giudici sul popolo di Nefi non vi furono ne contese ne guerre nel paese di Zarahemla.

Alma 4: 2 Ma il popolo fu afflitto, si, grandemente afflitto per la perdita dei loro fratelli ed anche per la perdita delle loro greggi e dei loro armenti e anche per la perdita dei loro campi di grano, che erano stati calpestati e distrutti dai Lamaniti.

Alma 4: 3 E cosi grandi erano le loro afflizioni che ogni anima aveva ragione di dolersi; ed essi credevano che fossero i giudizi di Dio mandati su di loro a causa della loro malvagita e delle loro abominazioni; percio essi furono risvegliati al senso del loro dovere.

Alma 4: 4 E cominciarono a ristabilire la chiesa piu completamente; si, e molti furono battezzati nelle acque di Sidon e furono uniti alla chiesa di Dio; si, furono battezzati per mano di Alma, che era stato consacrato sommo sacerdote sul popolo della chiesa per mano di suo padre Alma.

Alma 4: 5 E avvenne che nel settimo anno del regno dei giudici vi furono circa tremila e cinquecento anime che si unirono alla chiesa di Dio e furono battezzate. E cosi fini il settimo anno del regno dei giudici sul popolo di Nefi; e vi fu pace continua per tutto quel tempo.

Alma 4: 6 E avvenne, nell'ottavo anno del regno dei giudici, che il popolo della chiesa comincio a inorgoglirsi a causa delle sue immense ricchezze, delle sue belle sete, delle sue stoffe ben tessute, ea causa delle sue molte greggi e dei molti armenti, e del suo oro, argento e ogni sorta di cose preziose che aveva ottenuto mediante la sua laboriosita; e in tutte queste cose essi si elevarono nell'orgoglio dei loro occhi, poiche cominciarono a indossare vesti molto costose.




RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER 13 | RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER 14 | RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER 15 | RACCONTO SCRITTO SU TAVOLE PER 16 | Mosia Capitolo 1 + 1 | Mosia Capitolo 1 2 | Mosia Capitolo 1 3 | Mosia Capitolo 1 4 | Mosia Capitolo 1 5 | Mosia Capitolo 1 6 |

© um.co.ua -